LA SCIENZA

Donne Di E Sport Bicicletta Nylon Locale All'aperto grey A Zaino Della Sacchetto Cavallo Blue Bici White With Black grey Outdoor Yellow 15l Arrampicata Red grey Wind purple grey Red Yellow Professionale Uomini black blue Lion wind green blue Green Otwz6 Donne Di E Sport Bicicletta Nylon Locale All'aperto grey A Zaino Della Sacchetto Cavallo Blue Bici White With Black grey Outdoor Yellow 15l Arrampicata Red grey Wind purple grey Red Yellow Professionale Uomini black blue Lion wind green blue Green Otwz6 Donne Di E Sport Bicicletta Nylon Locale All'aperto grey A Zaino Della Sacchetto Cavallo Blue Bici White With Black grey Outdoor Yellow 15l Arrampicata Red grey Wind purple grey Red Yellow Professionale Uomini black blue Lion wind green blue Green Otwz6 Donne Di E Sport Bicicletta Nylon Locale All'aperto grey A Zaino Della Sacchetto Cavallo Blue Bici White With Black grey Outdoor Yellow 15l Arrampicata Red grey Wind purple grey Red Yellow Professionale Uomini black blue Lion wind green blue Green Otwz6 Donne Di E Sport Bicicletta Nylon Locale All'aperto grey A Zaino Della Sacchetto Cavallo Blue Bici White With Black grey Outdoor Yellow 15l Arrampicata Red grey Wind purple grey Red Yellow Professionale Uomini black blue Lion wind green blue Green Otwz6 Donne Di E Sport Bicicletta Nylon Locale All'aperto grey A Zaino Della Sacchetto Cavallo Blue Bici White With Black grey Outdoor Yellow 15l Arrampicata Red grey Wind purple grey Red Yellow Professionale Uomini black blue Lion wind green blue Green Otwz6
Sul frontale del tempio di Apollo a Delfi, potrebbe quasi essere uno dei moderni graffiti lasciati dai writers, la scritta conosci te stesso. Oggi del tempio restano le rovine ma se ne ricorda l’esortazione. Conoscere le proprie potenzialità, la propria Areté. Potremmo passare alla forma latina e saltare ai giorni nostri calandoci in Matrix, la trilogia diretta dalle Sorelle Wachowski, Larry e Andy, scritta e girata tra il 1999 e il 2003, dove l’oracolo mostra in cucina la scritta « temet nosce » : un avvertimento per Neo e altri possibili Eletti a capire essi stessi per scalare i livelli successivi della loro stessa esistenza. Potremmo scomodare Jung e la sincronicità, cantata per ispirazione da Sting e dai Police con il loro Synchronicity del 1983 oppure saltare a Nietzsche che ci fa riflettere sull’importanza del conoscere se stessi per poter crescere nel suo “Diventa ciò che sei” del 1888. Ecco la nuova campagna per le iscrizioni dell’Università di Genova che fa sentire il suo “Diventa chi sei”. Conosci te stesso viene prima o verrà dopo? Oppure si tratta di sincronicità, quelle “coincidenze, che non sono infrequenti, di stati soggettivi e fatti oggettivi che non si possono spiegare casualmente, almeno con le nostre risorse attuali. » (C. G. Jung, Les Racines de la conscience, 1954). E’ un richiamo forte a trovare negli studi universitari se stessi, pienamente. Emilie Wapnick, diventata famosa internazionalmente per il suo TED ( Technology, Entertainment and Design) intitolato “Perché alcuni di voi non hanno una sola vocazione?” ha pubblicato “Diventa chi sei. Una guida pratica per persone creative che hanno molteplici passioni e interessi”, Harper e Collins 2017 e in Italia Crisalide 2018. Tratta dei cosiddetti “multipotenziali”, persone multipotenziali. Il libro mi aveva colpito e mi è tornato in mente, insieme a molte altre cose, quando ho visto la chiamata all’iscrizione all’Università. Sono un semplice lettore di quel libro, non riesco a comprenderne il valore o meno, tuttavia lo considero espressione dei tempi in cui viviamo scritto da una autrice che ha collezionato con il suo discorso al TED visualizzazioni da più di 4 milioni di persone e traduzione in 36 lingue. Mi aveva incuriosito anche per il fatto che presenta una domanda intrigante, almeno per me, “sei un multipotenziale?” Io avrei usato il termine “totipotenziale” che preferisco anche a “pluripotenziale”. Un “totipotenziale” è, in linea di principio, capace di tutto, molto di più che di una multipotenzialità indirizzata a qualcosa o resa “pluripotenziale” in un certo specifico caso.

L’Università, con quel suo “ Diventa chi sei”, sembra dire che può condurre la neomatricola ovunque per il raggiungimento di quel “ chi sei” senza la condizione che il “conosci te stesso” debba avvenire prima o dopo. Il percorso universitario che può essere affrontato in modo poliedrico ha una caratteristica, una caratteristica di serietà, una caratteristica che non deve spaventare ma gratificare. Il percorso è senza scorciatoie, è duro e fa intravedere cadute oltre agli appagamenti di percorso. Oggi, l’Università di Genova si fa garante di un percorso importante forte non solo di una tradizione ma di un risultato di tutto rilievo pubblicato mercoledì 11 luglio alle 22 dall’agenzia THE — Times Higher Education nella classifica Europe Teaching Rankings. Viene valutata la qualità dell’insegnamento realizzando una integrazione e correlazione tra le valutazioni degli studenti delle Università, acquisite direttamente da THE, e l’adeguatezza del corpo docente e della struttura in termini di numero dei professori, produttività scientifica e reputazione internazionale. Delle circa 4.000 università attive in Europa le prime tre sono risultate Oxford, Cambridge e Sorbona, tra quelle inserite in una lista delle 242 che sono state ritenute migliori, appartenenti a 8 diverse nazioni. Guardando il mondo troviamo tra le prime tre Oxford, Cambridge e il Caltech. In questo “ Olimpo” l’Università di Genova si colloca sesto Ateneo nazionale nell’intervallo da 101 a 125 della classifica europea. Un intervallo che annovera il Politecnico di Torino, l’Università di Pavia, l’Università di Milano e l’Università di Torino. Possiamo dire che Genova si trova nel top del 3% delle Università europee. Tra il 2013 e oggi una costante crescita di iscrizioni internazionali ha caratterizzato il nostro Ateneo (si veda anche, laCittà, nr. 3, 2018, p. 19).

La chiamata agli studi universitari del “ Diventa chi sei” invita a guardare la luna e non il dito che la punta. Sì, la luna dove il 21 luglio di 49 anni fa erano puntati gli occhi di tutti per i primi passi di Armstrong, per quel trio, Armstrong, Collins e Aldrin che tenne col fiato in sospeso in una diretta televisiva, 20- 21 luglio 1969, la prima in mondovisione, seguita da più di 20 milioni di persone che durò oltre 25 ore finché alle 22: 56 minuti e 15 secondi il comandante Armstrong della missione Apollo 11 non impresse la sua orma sulla luna dicendo un po’ titubante nello staccare il piede dalla scaletta “Ora scendo. Sarà un piccolo passo per un uomo, ma un gigantesco passo per l’umanità”. Ero a Colfosco in Val Badia estasiato e avevo davvero pensato che “ Buzz” Aldrin, “ Mike” Collins e Neil Armstrong erano diventati ciò che erano: uomini dello spazio. Spazio di cui si parlerà a Busalla, tra il 27 e 29 luglio, con Malerba e Nespoli, “Spaziando” tra scienza, tecnologia, sogni e ambizioni, poesia e musica, osservazioni astronomiche, filosofia e medicina e tutte quelle discipline che il “Diventa chi sei” vi esorta a conoscere. La “Luna di Kiev” di Gianni Rodari a chiudere cpon il suo “ Viaggiando quassù, faccio lume a tutti quanti, dall’India al Perù, dal Tevere al Mar Morto, e i miei raggi viaggiano, senza passaporto”.
 
Del c9 Gafas Di c6 Da Shades c8 Piccola Modo c5 Sol c2 Occhiali Mujer c4 Ape Retro c3 2800 C1 Dell'annata Progettista c7 Metallo De Sole Donne Marca Guida Femminile Aq8wacYC